VALBIANDINO.NET

Valbiandino.net : notizie dalla Valsassina e non solo...

SEGNALATA FRANA A BALLABIO: VIGILI DEL FUOCO AL LAVORO NELLA NOTTE
Notizie frammentarie quelle che giungono da Ballbio dove è stata segnalata la caduta di grossi massi. Sul posto il Sindaco…
Leggi tutto...
Le iniziative di "Culturiamoci in Valsassina", la splendida serie di eventi lodevolmente promossa dalla nostra Comunità Montana realizzata con il…
Leggi tutto...
I VIGILI DEL FUOCO APRONO AL PUBBLICO
Nel periodo dal 10 al 16 ottobre 2022 si svolgerà la IV edizione della Settimana Nazionale di Protezione civile ,…
Leggi tutto...
VACCINAZIONI DAL 5 OTTOBRE
Da oggi, mercoledì 5 ottobre 2022, i cittadini over 60 potranno rivolgersi prioritariamente al proprio medico di medicina generale per…
Leggi tutto...
TORNANO IN VALLE I WEEKEND DEI SAPORI D'AUTUNNO
Dopo il successo delle passate edizioni, torna anche nel 2022 l’iniziativa “I WEEKEND DEI SAPORI D’AUTUNNO”. Con questa rassegna gastronomica che copre…
Leggi tutto...
IL SALUTO DEL DIRIGENTE RENATO CAZZANIGA ALLA COMUNITA'
Come annunciato dal nostro giornale, Renato Cazzaniga dal primo ottobre ha lasciato il ruolo di reggente della dirigenza scolastica dell'I.C.S.…
Leggi tutto...
NUOVO LIBRO DA CHRISTIAN ANTONINI, CON MONDADORI
"Il 25 ottobre esce il mio prossimo romanzo."  Così scrive l'ormai noto scrittore di libri per ragazzi che abita a…
Leggi tutto...
YOGA A INTROBIO? ADESSO SI PUO'
Francesco Bertoli, insegnante di yoga diplomato e molto conosciuto in Valle dove insegna già a Ballabio e Cremeno, vi aspetta…
Leggi tutto...
Pubblicato in Attualita`

LA PETIZIONE SUL PROGETTO BOBBIO-VALTORTA-ARTAVAGGIO

Mercoledì, 10 Agosto 2022 11:54 Scritto da  Redazione

I fondi per le olimpiadi non possono giustificare inutili stragi ambientali.

Con il marchio delle olimpiadi Milano-Cortina 2026 vengono finanziate per milioni di euro infrastrutture in luoghi non coinvolti nemmeno marginalmente dai giochi invernali.

Nel caso specifico, a Barzio e Moggio, in Valsassina, provincia di Lecco, sono in divenire nuove strade e ulteriori parcheggi, decisioni calate dall'alto e mai condivise con la Comunità, rivelate nell'estate 2021 dalla stampa e rese ufficiali - in data 2 agosto 2022 - dall'annuncio dello stanziamento dei fondi.

Considerato che:

  • Si sono svolti dibattiti pubblici sia sulla carta stampata sia con incontri promossi da associazioni ambientaliste.
  • La nuova strada di collegamento per la funivia dei Piani di Bobbio escluderà il paese, rendendo periferiche le attività commerciali di prossimità, già duramente colpite dalle contingenze dell'ultimo biennio.
  • Una nuova strada - come spesso è successo - potrebbe aprire a nuova edificazione che andrà ad aggiungersi alla già sovrabbondante presenza di immobili in parte vuoti o sfitti che avrebbero invece necessità di tornare appetibili dal mercato immobiliare.
  • In merito ai nuovi parcheggi, la sola Barzio conta più stalli auto di quelli presenti in tutto il resto del territorio valsassinese.
  • Nuova strada e nuovi parcheggi porteranno alla distruzione degli ultimi prati posti a corona dell'abitato di Barzio, la cosiddetta cintura verde, dal dopoguerra ad oggi sempre rispettata da tutte le amministrazioni comunali.
  • La stessa Regione Lombardia che finanzia le opere, con Legge Regionale n°31 del 28 novembre 2014 introduceva "nel governo del territorio nuove disposizioni mirate a limitare il consumo di suolo e a favorire la rigenerazione delle aree già urbanizzate".
  • Gli evidenti cambiamenti climatici e l'anomalo stato di siccità che stiamo vivendo non possono più essere trascurati nella pianificazione di strategie future.

Stanti tali considerazioni:

  • Invitiamo a una riflessione e a un ripensamento: dal punto di vista economico, Barzio e Moggio hanno realmente bisogno di opere di questo tenore per il loro sviluppo?
  • Chiediamo di fermare inutili stragi ambientali e, al contrario, di tutelare e valorizzare l'esistente.
  • Auspichiamo il rispetto della Legge Regionale n°31 del 28 novembre 2014 che recita in premessa:
    "Sul presupposto che il suolo è risorsa non rinnovabile, l’obiettivo prioritario di riduzione del consumo di suolo si concretizza nell'orientare le attività di trasformazioni urbanistico-edilizie non più verso le aree libere ma operando sulle aree già urbanizzate, degradate o dismesse, da riqualificare o rigenerare".

Petizione · STOP ALLE OLIMPIADI DEL CEMENTO IN VALSASSINA · Change.org

Letto 127 volte