VALBIANDINO.NET

Valbiandino.net : notizie dalla Valsassina e non solo...

RITROVATO SUL K2 LO ZAINO DELL'ALPINISTA LORENZO MAZZOLENI. LO RIFERISCE LA RIVISTA DEL CAI
"Venerdì 19 luglio i membri della spedizione K2-70 hanno ritrovato uno zaino Ferrino lungo il ghiacciaio in direzione del campo…
Leggi tutto...
PREMANA IN MOSTRA A LAS VEGAS
Le eccellenze premanesi saranno protagoniste al Cosmoprof di Las Vegas in programma dal 23 al 25 luglio prossimi. Sarà il…
Leggi tutto...
NUOVE ADESIONI PER SiAMO LECCO
Il tavolo per l’alternativa di SiAmoLecco accoglie tre preziosi contributi che opereranno nei seguenti settori: Servizi Sociali, Sport e Sanità.…
Leggi tutto...
PRESENTATA IERI LA PRIMA SQUADRA DEL CSC CORTENOVA
Presentata ufficialmente ieri sera al "Todeschini" di Bindo la rosa della prima squadra del CSC Cortenova che dal 19 agosto…
Leggi tutto...
NUOVA TECNOLOGIA NEI DEPURATORI DI MANDELLO, BARZIO E BALLABIO
Nei depuratori dei comuni di Mandello del Lario e Barzio è stata attivata una nuova tecnologia che permetterà l’avvio del…
Leggi tutto...
SOCCORSO ALPINO VALSASSINA: CONCLUSE LE GIORNATE DI INFORMAZIONE PER RAGAZZI
Si sono concluse ieri le giornate di informazione dedicate ai ragazzi del Camp Rifugio Ratti Cassin dei Piani di Bobbio.…
Leggi tutto...
VENERDI' 26 LUGLIO ALLA BCC VALSASSINA DI CREMENO LA PRESENTAZIONE DELLA 59^ SAGRA DELLE SAGRE
Fissata per venerdì 26 luglio la consueta presentazione alla stampa e ai media della Sagra delle Sagre giunta alla 59^…
Leggi tutto...
VILLA MONASTERO NEL SISTEMA MUSEALE NAZIONALE
Con decreto 488 del 10 giugno scorso del Ministero della Cultura la Casa museo di Villa Monastero a Varenna è stata nuovamente…
Leggi tutto...
GRANDE SUCCESSO A CASARGO PER
Grande successo sabato 13 luglio a Casargo per Le voci delle Alpi, giornata all’insegna della musica e dell’arte organizzata dal Comune…
Leggi tutto...
CALCIO LECCO AL VIA LA STAGIONE 2024/2025
È ufficialmente iniziata con il raduno alle 18 allo stadio Rigamonti-Ceppi la stagione 2024/25 della Calcio Lecco 1912.Il presidente Aniello…
Leggi tutto...
IERI A CREVESTO IL RICORDO DEI GIOVANI DI PRIMALUNA PREMATURAMENTE SCOMPARSI
Si è svolta ieri 14 luglio l'annuale festa alla Croce di Crevesto, sopra l'abitato di Primaluna, a ricordo dei giovani…
Leggi tutto...
CHIARA AIROLDI APPRODA ALL'ATALANTA UNDER 23 (E APRE UN NUOVO CENTRO DI CURE)
La notizia era nell'aria da qualche settimana ma l'ufficialità (con la firma) si è concretizzata solo nei giorni scorsi: la…
Leggi tutto...
RICORDATO A PRIMALUNA DON LUIGI MELESI “L’UOMO DELLA SPERANZA”
Don Luigi Melesi è stato un salesiano di grande importanza, originario di Cortenova. È noto soprattutto per i suoi 30 anni…
Leggi tutto...
VALSASSINA: PRESENTATA LA XXX EDIZIONE DEL GIIR DI MONT
Presentata alla Cascina Trote Blu di Cortabbio la XXX edizione del Giir di Mont, storica gara organizzata dall’A.S.Premana inserita nei caledari…
Leggi tutto...
TUBING A GIUMELLO. UNA RIFLESSIONE DI LUCA ROTA
L’Alpe Giumello è una micro-stazione sciistica dell’alta Valsassina, con due piccoli impianti di risalita dal futuro alquanto incerto ma dotata…
Leggi tutto...
SABATO 13 LUGLIO A PASTURO INCONTRO CON ANDREA VITALI E LA REGISTA PAOLA NESSI
L'associazione Il Grinzone propone a Pasturo il prossimo 13 luglio il film documentario della lecchese Paola Nessi "ANDREA VITALI -…
Leggi tutto...
A CORTENOVA E PRIMALUNA DUE INCONTRI SULLA FUSIONE DEI COMUNI
"Sbrigate" le pratiche amministrative e dato il via ad un processo che vedrà coinvolta anche Regione Lombardia, è giunta l'ora…
Leggi tutto...
DA DUE NONNI UNA LETTERA DI RINGRAZIAMENTO ALL'ASILO VENINI DI INTROBIO
Gentile Direttore di Valbiandino.net, Siamo i nonni di Elia e Raffaele, due bimbi residenti a Milano, ma che stanno trascorrendo…
Leggi tutto...
Pubblicato in Attualita`

IL MONASTERO DEL CANTELLO, LUOGO DI SPIRITUALITA' E MISERICORDIA

Domenica, 07 Luglio 2024 06:17 Scritto da  Enrico Baroncelli

E' dal 1407, da quando Santa Guarisca Arrigoni fondò il Monastero del Cantello, di cui resta qualche rudere nel grande giardino che adesso circonda la bella Casa Paolo VI, che questa zona della Valsassina è dedicata alla accoglienza, alla spiritualità, all'aiuto verso i poveri ma anche alla ricerca di sè stessi.

Sono questi i concetti più volte ripetuti, in una bellissima prolusione introduttiva che ha letteralmente incantato i numerosi soci della Unitre Valsassina arrivati qui sopra, che ha ben spiegato Don Franco Provelli, 83 anni, già responsabile del settore educativo dei nuovi Sacerdoti della Diocesi di Milano, arrivato a Concenedo nel 2008, quando la Casa era stata abbandonata da diversi anni e anche un po' malridotta.

"L'abbiamo rimessa in sesto anche con l'aiuto di tanti benemeriti sostenitori" - ha detto don Franco, anche se ancora oggi ci sarebbe bisogno di rinnovare l'impianto elettrico.
Ma qual è lo scopo di questa "Casa" , una volta intitolata "Casa del Clero", che sembrava riservata a sacerdoti anziani e in pensione, ma che invece è rivolta a tutti , tanto che don Franco l'ha ribattezzata "Casa Paolo VI" ?

"La caratteristica di questa casa è la pace, il silenzio, la serenità: qui chi vuole può venire anche per diversi giorni, e trovare la pace e la tranquillità per riposare ma soprattutto per ritrovare sé stesso, la sua spiritualità interiore".
Ad affiancarlo Don Stefano Colombo, 62 anni, già responsabile oratoriano di Lissone, come ha ricordato una socia dell'Unitre proveniente dalla Brianza, il quale
da due anni aiuta Don Franco nell'impegno quotidiano di gestire la struttura, insieme ai cuochi e a una quarantina di volontari.

Perché è stata dedicata a Paolo VI ? Qui Don Franco ha ricordato un episodio davvero interessante: "Quando era il Cardinale di Milano Giovanni Maria Montini, lui amava moltissimo questa zona della Valsassina. E' stato proprio lui a raccomandarsi di costruire un bell'edificio che valorizzasse la zona dove sorgeva l'antico Monastero di Guarisca".

Con la collaborazione dell'allora neo Parroco di Barzio, Don Alfredo Comi, andato più volte in Arcivescovado per sollecitare il progetto, negli anni '60 è stata costruita questa bella dimora "che ha 17 camere e un grande giardino intorno".

Poi Montini è diventato Papa, e non ha più avuto la possibilità di tornare in Valsassina.

"Poi però una volta Papa Paolo VI, mentre in piazza del Vaticano stava girando con la "sedia gestatoria" sollevata da robusti portatori (all'epoca non esisteva la "papa mobile") a un certo punto si ferma perché mi riconosce - dice ancora Don Franco - e riconosce altri prelati valsassinesi in visita a Roma".
Fa fermare la sedia e si rivolge a noi, e la prima cosa che ci chiede è stata: "Come va il progetto del Cantello ?" .
"Questo per dimostrare che a quel progetto ci teneva eccome: tanto è vero che la Casa è disseminata dappertutto da oggetti e da regali provenienti proprio dal Vaticano, che Papa Paolo VI ci ha fatto recapitare".

Don Stefano invece è l'anima creativa del gruppo: suona benissimo la chitarra (anche canzoni di Chiesa composte da lui) e disegna quadri e icone a tema religioso.
Una rappresenta un deserto, dentro cui però delle pietre a forma di Chiesa contengono orme e tracce di chi vi è passato e ha ritrovato la sua leggerezza.
Un'altra Gesù che porta la croce, aiutato da Simone di Cirene. Nella raffigurazione in legno però volutamente non si capisce chi sia Gesù e chi il Cireneo.

"Il mio concetto è semplice" ha ribadito don Stefano " e mi piace molto una frase detta da qualche sociologo: "Vuoi essere egoista ? Fai del bene agli altri" . Fare del bene è l'unico modo per sentirsi contenti e realizzati nella vita" .

Il terzo quadro illustrato da Don Stefano rappresenta Gesù con le stimmate in mezzo ai discepoli suoi amici, compreso San Tommaso, dopo la Resurrezione.

Insomma una visita molto interessante, che ha fatto scoprire una realtà poco nota ma sicuramente molto lodevole in Valsassina, che speriamo possa andare sempre più avanti con il contributo di tutti !

Enrico Baroncelli

 

Ultima modifica il Domenica, 07 Luglio 2024 07:02
Letto 201 volte