VALBIANDINO.NET

Valbiandino.net : notizie dalla Valsassina e non solo...

Mercoledì, 08 Settembre 2021 20:26

IN FORTE CRESCITA IL TURISMO SUGLI ALPEGGI

Nel 2020 l’83,5% degli alpeggi lombardi ha ospitato passaggi di turisti. Il 24,3% ha fatto registrare più di 2.000 passaggi a stagione. Nel 2019 il dato si fermava al 22%. Questo uno dei principali argomenti emersi durante la presentazione del rapporto sugli alpeggi della Lombardia, avvenuta mercoledì 8 sttembre nella malga Mortirolo, a Monno, in provincia di Brescia.

Un trend in crescita

“Sempre più passaggi e più turisti nelle malghe e negli alpeggi della Lombardia. Un trend – ha dichiarato l’assessore regionale lombardo all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi – che continuerà a crescere anche in seguito alla pandemia. Le persone cercheranno sempre più luoghi a contatto con la natura e che sappiano offrire esperienze sensoriali. Negli alpeggi lombardi si producono formaggi DOP come il Bitto, il Formai de Mut, il Silter, lo Strachitunt. Prodotti in grado di attrarre i flussi turistici e sui quali dobbiamo puntare a livello promozionale”.

Sono 669 gli alpeggi lombardi

Sono 669 gli alpeggi lombardi: 125 a Bergamo, 176 a Brescia, 51 a Como, 46 a Lecco, 4 a Pavia, 264 a Sondrio e 3 a Varese. Coprono il 5,7% del territorio montano della regione e il 2,5% del territorio totale lombardo. Il monitoraggio ha riguardato 134 strutture: 32 a Bergamo, 43 a Brescia, 3 a Como, 10 a Lecco e 46 a Sondrio.

Vendita diretta in malga nel 49,6%

“Nel 49,6% degli alpeggi – ha aggiunto – si vende direttamente in malga. Questo significa che la sfida per il futuro è potenziare i servizi di carattere logistico, come strade di accesso e postazioni per ebike, e infrastrutturale. La rete telefonica mobile è presente nel 68,4% degli alpeggi e solo nel 13,5% dei casi è disponibile la banda larga. Per richiamare turisti e consumatori bisogna necessariamente alzare questi numeri”.

Chi sono gli alpeggiatori

Gli alpeggiatori sono maschi nel 75,8% dei casi (78% nel 2019) con una età media di 45,3 anni.

Un terzo sono under 40

“Più di un terzo degli alpeggi lombardi – ha sottolineato l’assessore – è gestito da under 40. Un dato che lascia ben sperare per il futuro. I giovani hanno nuove idee, portano innovazione ed entusiasmo. Bisogna lavorare per esempio sulla ricettività: solo un decimo degli alpeggi fanno attività di ristoro o pernottamento. Da una parte ci sono problemi di spazi e infrastrutture, ma serve anche una gestione più innovativa per rendere più attrattive queste strutture. La Regione negli ultimi tre anni ha cambiato le linee guida di assegnazione per dare priorità alla gente di montagna, una scelta che si sta rivelando azzeccata”.

Più multifunzionalità e più servizi

“Più multifunzionalità, più servizi. Malghe e alpeggi – ha concluso l’assessore – sono presìdi ambientali, luoghi di produzione, di accoglienza e rapporto diretto con il consumatore”.

Leggi tutto...
Mercoledì, 08 Settembre 2021 15:32

CORTENOVA: PROSEGUONO I LAVORI AL CAMPO. E SABATO LA FESTA PER IL 50°

in Sport

Proseguono il lavori per la realizzazione del "sintetico" al campo sportivo Todeschini di Cortenova che dovrebbe essere messo a disposizione del Centro Sportivo agli inizi di ottobre. 

Nel frattempo sabato pomeriggio il CSC Cortenova festeggerà il cinquantesimo di fondazione. Nel pomeriggio si svolgeranno alcuni eventi sportivi; alle 18 verrà celebrata una S. Messa e, a seguire, gli interventi delle autorità.

E' stata annunciata la presenza del Sottosegretario della Regione Lombardia Antonio Rossi nonchè  quella di molti sindaci della Valsassina e del presidente della Comunità Montana.

Il CSC Cortenova, infatti, accoglie tesserati da tutti i comuni della Valle, ma anche da Bellano, Lecco e Calolzio.

lavcamp

Leggi tutto...
Mercoledì, 08 Settembre 2021 08:43

CONTROLLO DI VICINATO: PASTURO SOTTOSCRIVE IL PROTOCOLLO

Salgono a 36 i Protocolli sottoscritti nella provincia di Lecco per il “Controllo di Vicinato” che pongono le basi per lo sviluppo di nuove iniziative nel settore della sicurezza urbana e partecipata.
Lo ha sottoscritto, con il Prefetto di Lecco Castrese De Rosa, anche il Sindaco del Comune di Pasturo Pierluigi Artana.
Presenti all’incontro il Vice Questore Vicario Sergio Vollono, il Comandante Provinciale dell’Arma dei Carabinieri Igor Infante, il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza Emilio Fiora, il Comandante della Compagnia Carabinieri di Lecco Carmelo Albanese.
I cittadini verranno coinvolti nelle attività di osservazione della propria zona di residenza per prevenire la commissione di reati e valorizzare forme diffuse di controllo sociale, con modalità di reciproca attenzione e di vicinato solidale. Saranno istituiti “Gruppi di vicinato” che dovranno limitarsi a riferire le informazioni di interesse per le Forze di polizia.
Il Comune promuoverà il progetto per favorire la creazione di una “rete” di vicinato e individuare uno o più referenti del progetto. Le Forze di polizia e la Polizia Locale metteranno in campo iniziative per la diffusione della legalità e incontri con i cittadini per fornire informazioni su come prevenire le forme di reato più diffuse.
Tutte le iniziative verranno monitorate da una “Cabina di regia” coordinata dalla Prefettura.
“Il protocollo –ha spiegato il Prefetto- è finalizzato ad attuare, nell’ambito del sistema di sicurezza integrata e partecipata, una proficua collaborazione tra le Forze di polizia, amministrazioni comunali ed i cittadini, mettendo a fattor comune un elemento molto importante che è la conoscenza del territorio e le reciproche informazioni, in una prospettiva di accrescimento della partecipazione civica alla gestione collaborativa della sicurezza, con funzioni di deterrenza della criminalità comune, ed in particolar modo dei reati predatori.
In sintesi una sorta di accordo in cui consapevolezza, responsabilità e razionalità devono essere principi fondamentali nel controllo del territorio grazie ad un meccanismo del quale anche il cittadino può finalmente far parte a pieno titolo come ingranaggio fondamentale per la fase preventiva e di segnalazione di avvenimenti criminogeni o criminali.”
Il Sindaco Artana ha sottolineato che, con l’adesione a questo progetto, persegue l’obiettivo di rendere più sicura la vita della comunità con effetto di deterrenza della criminalità. E’ inoltre un modo per coltivare i rapporti di buon vicinato, basati sulla collaborazione e fiducia reciproca, che contraddistinguono la vita dei piccoli comuni lecchesi.
Leggi tutto...
Mercoledì, 08 Settembre 2021 06:21

SALVATO A LECCO UN PICCIONE

LA COLLABORAZIONE TRA CITTADINI E POLIZIA PROVINCIA DI LECCO SALVA UN PICCIONE IN DIFFICOLTA

Nella giornata di oggi, 7 settembre, nel rione di Olate a Lecco, la perfetta collaborazione tra cittadino e Pubblica amministrazione ha permesso di salvare la vita ad un piccione.

A raccontare quanto accaduto è lo stesso redattore dell’articolo, "Mi trovavo da mio cugino, Giovanni Sala, presso il Ristorante la Corte di Lucia, quando abbiamo notato un piccione che non riusciva a spiccare il volo, barcollante per strada con il concreto rischio di essere investito”.

“Giovanni è quindi riuscito a bloccarlo e riporlo con cura in una scatola, e gli abbiamo dato dell’acqua e un po' di briciole, ma il volatile non dava pochi segni di vita. Così ho chiesto l'intervento della Polizia locale Provincia di Lecco, alla quale spetta la competenza in ambito faunistico".

L'agente è giunto sul posto dopo pochissimi minuti accertando le condizioni del volatile che sono, quindi, risultate preoccupanti

"Sbatteva le ali ma non riusciva a volare, forse dovuto al fatto che mostrava diverse cicatrici sotto le ali ed era molto sofferente. Inoltre vi era un grosso buco sotto l'ala sinistra e gli erano rimaste poche penne".

Quindi grazie alla celere collaborazione tra i due cittadini e la Polizia Locale Provincia di Lecco il piccione sarà curato, nella speranza di poter tornare un giorno a volare.

Leggi tutto...
Mercoledì, 08 Settembre 2021 06:02

DALL`11 SETTEMBRE PARTE "IMMAGIMONDO"

in Cultura

 “Immagimondo”: a Lecco e dintorni il festival di viaggi, luoghi e culture
Dall’11 settembre al 3 ottobre - XXIV edizione
Per la prima volta in Italia la mostra “Arctic Outposts” del fotografo danese Mads Nissen,
vincitore del World Press Photo - Foto dell’anno 2021
Tema 2021: “Il Grande Nord”

LECCO – Tre settimane ricche di eventi per raccontare e approfondire il tema del Grande
Nord, dalla questione ambientale alla geopolitica, dai popoli che lo abitano alle culture nordiche.
Dall’11 settembre al 3 ottobre 2021 le piazze e le sale del centro storico di Lecco e dei
limitrofi comuni di Civate, Malgrate, Mandello del Lario e Valmadrera tornano a ospitare
il festival di viaggi, luoghi e culture “Immagimondo”, la manifestazione promossa da Les
Cultures OdV e che da 24 edizioni mette al centro il viaggio, la conoscenza dell’altro e lo
scambio tra culture e popoli del mondo, contribuendo ad abbattere i confini e a trasformarli in
frontiere. Tre settimane in cui riflettere, quest’anno, su tematiche ambientali e geopolitiche delle
terre nordiche, il tutto grazie a reportage, incontri con scrittori, studiosi e viaggiatori e, eventi di
punta dell’imminente edizione, le mostre di due importanti fotografi internazionali: il vincitore del
prestigioso World Press Photo - Foto dell’anno 2021 Mads Nissen, a Lecco con l’esposizione
“Arctic Outposts” dedicata alla Groenlandia, e lo spagnolo Carlos Folgoso Sueiro con la Siberia di
“The Shining Land”.

«Dopo le difficoltà e le restrizioni dello scorso anno – spiegano gli organizzatori – speravamo
che la 24^ edizione di “Immagimondo” si potesse svolgere in una situazione di ritrovata normalità.
Purtroppo, in fase organizzativa, ci siamo trovati nuovamente a fronteggiare limitazioni e ostacoli.
Siamo felici di essere riusciti comunque a proporre anche quest'anno un ricco programma di eventi
in presenza e speriamo che il pubblico partecipi numeroso. Ringraziamo istituzioni, sponsor e
partner per aver creduto nel Festival e i volontari che si sono resi disponibili».

«Torna un appuntamento ricorrente per la città di Lecco – commenta Simona Piazza,
vicesindaco e assessore alla cultura del Comune di Lecco – che giunge alla 24° edizione del
Festival grazie alla solida collaborazione fra diverse amministrazioni locali, associazioni no profit e
sponsor: un momento atteso da tanti cittadini e turisti all’interno di un calendario che prosegue per
tutta l'estate ricco di eventi. Attraverso dibattiti, mostre, incontri e reportage di importanti fotografi
verranno approfondite tematiche ambientali e geopolitiche delle terre del Grande Nord per
conoscere popoli e tradizioni di questi luoghi».

E proprio con l’inaugurazione della prima delle due mostre si apre il programma 2021 del festival:
più di trenta scatti esposti dal 12 settembre al 3 ottobre 2021 alla Torre Viscontea di Lecco
(inaugurazione fissata per sabato 11 alle 18, nella sala conferenze di Palazzo delle Paure di Lecco.
Per partecipare è necessario scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) per raccontare attraverso lo
sguardo del fotografo documentarista danese Mads Nissen la Groenlandia, una terra ricca
di risorse minerali e strategicamente al centro di nuove rotte commerciali, aperte dal riscaldamento
globale e dallo sciogliersi dei ghiacci. Organizzata in collaborazione con l’Agenzia Prospekt di
Milano, “Arctic Outposts” è il risultato di un viaggio intrapreso da Nissen, due volte vincitore diPhoto of the Year al World Press Photo e quattro volte Fotografo dell’anno nel suo paese. Un artista da sempre interessato sia alla comprensione quasi intima dei suoi soggetti che a questioni sociali contemporanee, dalle violazioni dei diritti umani al difficile rapporto uomo-natura.

In “Arctic Outposts” paesaggi e volti raccontano una terra dall’antico legame con la Danimarca e da
più di duecento anni parte, pur con autonomia politica, del Regno danese. Un’isola dove ogni
ottobre, quando il mare inizia a ghiacciare, 14 ufficiali della pattuglia Sirius della Marina danese si
preparano per la perlustrazione su slitta di 16mila chilometri di costa. Creata nel ’41 per contrastare
eventuali incursioni naziste, questa pattuglia è ancora oggi presente per sottolineare la sovranità
danese su una terra che, proprio per le risorse che possiede e per la sua posizione, sta accrescendo
l’interesse da parte di potenze straniere. Nissen, che sarà in collegamento dalla Danimarca durante
l’inaugurazione, ha incontrato alcuni membri della pattuglia Sirius e restituisce, in questa mostra
per la prima volta in Italia, uno spaccato di un territorio immenso e da preservare.

E sempre la Groenlandia è protagonista del secondo appuntamento del festival: la proiezione,
giovedì 16 alle 20.45 (nel cortile del Municipio di Malgrate) di “Arctic Spleen” di Piergiorgio Casotti,
presente all’evento e in dialogo con il critico cinematografico Matteo Marelli. Un documentario,
“Arctic Spleen”, che è un viaggio intimo e personale nella vita giovanile groenlandese, dove natura,
noia, violenza e tradizione stanno da decenni reclamando il più alto dei tributi: ogni anno, nella
Groenlandia dell'est, ben il 25% dei ragazzi tra 15 e 25 anni tenta, infatti, di togliersi la vita.
Tornando alle mostre, dal 17 settembre al 3 ottobre (inaugurazione venerdì 17 alle 18 alla
presenza del fotografo) la lecchese Piazza Garibaldi ospita un altro evento di respiro internazionale:
si tratta di “The Shining Land”, esposizione all’aperto che raccoglie 20 scatti a firma del
fotografo galiziano Carlos Folgoso Sueiro dedicati a un’area della Siberia ricca di depositi
di diamanti.

Un territorio dal futuro incerto, legato alle decisioni di una società – Alrosa –
controllata dal governo russo e per cui lavora oltre il 50% degli abitanti. Durante il socialismo
impegnata nella costruzione di ospedali, teatri e alloggi economici per i lavoratori, dal 2011 Alrosa
è entrata nel mercato azionario, decisione che probabilmente spingerà gli investitori privati alla
riduzione dei costi, contribuendo a un sempre più difficile stile di vita per gli abitanti costretti a fare
i conti con isolamento, dure condizioni climatiche, imprevedibilità del commercio dei diamanti e
desiderio di trasferirsi.

Ma a caratterizzare il cartellone del festival saranno, come sempre, gli appuntamenti con
scrittori e viaggiatori, che di settimana in settimana avranno come fulcro diverse località del
lecchese. Innanzitutto il tradizionale “Tutto il mondo a Lecco”, momento clou dell’intera
kermesse, dove il viaggio si respira per le vie del centro di Lecco. Sabato 18 e domenica 19
settembre Palazzo delle Paure, Palazzo del Commercio e la sala don Ticozzi ospiteranno
una carrellata di venti incontri, tra presentazioni di libri, dibattiti e proiezioni. Ad alternarsi
nelle diverse location saranno giornalisti, studiosi, documentaristi, viaggiatori e fotografi tra cui
Marzio G. Mian, Mauro Suttora, Marina Lalovic, Caterina Borgato e Isacco Emiliani.
Di particolare interesse la presentazione della graphic novel “La Terra, il Cielo e i Corvi” di Teresa
Radice e Stefano Turconi, Bao Publishing. Fissato per le 15.15 di sabato nella Sala Conferenze di
Palazzo del Commercio, l’evento vedrà i due autori, lei scrittrice e lui disegnatore, dialogare con
l’illustratore lecchese Marco Menaballi e lo storico Gianluigi Tognon e parlare di un volume che ha
per protagonisti un soldato italiano e uno tedesco che alla fine dell’inverno del 1943 fuggono da un
carcere in Russia, portando con loro un secondino russo.

Si resta a Palazzo del Commercio anche alle 16.45 per un secondo evento di punta della giornata di sabato: la presentazione di “Groenlandia. L’isola che sta scomparendo” (Laterza editore) del
giornalista del Corriere della Sera Sandro Orlando, per l’occasione in dialogo con l’esperto di
cambiamenti climatici e docente di Mitigazione dei Cambiamenti Climatici al Politecnico di Milano
Stefano Caserini. Un volume che è un viaggio in barca a vela all’interno del fiordo di Scoresby
Sund, per raccontare la crisi climatica in atto e alcuni dei suoi fenomeni, dalle correnti oceaniche
improvvisamente calde ai ghiacciai che si sciolgono.

Venendo alla giornata di domenica 19, particolare attenzione merita l’incontro “Artico in fiamme
fissato per le 16 nella Sala Conferenze del Palazzo delle Paure, dove a riflettere sulle aree polari
come luoghi di indagine antropologica e terreno per sondare gli sviluppi più recenti
dell’Antropocene sarà l’antropologo, geografo, poeta e scrittore Matteo Meschiari, in dialogo con
Erika De Vivo. Sempre domenica – ma alle 17 in sala don Ticozzi – “Natura e umanità, ritratti
dalla Norvegia”, reportage dedicato proprio al paese scandinavo e firmato dalla fotografa e
giornalista Valentina Tamborra, intervistata da Leonardo Parigi dell’Osservatorio Artico.
Tappa infrasettimanale giovedì 23 settembre al centro Fatebenefratelli di Valmadrera, dove si
segnala la proiezione delle 20.45 del documentario di Francesco Catarinolo “La Casa Rossa”. Alla
presenza dello stesso regista e del protagonista Robert Peroni, questo lavoro racconta della scelta
di Peroni, ex esploratore altoatesino, di mollare tutto e trasferirsi, trent’anni fa, nella Groenlandia
orientale, dove vive una popolazione di Inuit che sembra condannata all'estinzione e dove decide
di fondare La Casa Rossa, un rifugio che offre lavoro alla gente del posto rimasta senza niente.

Ci si sposta nel comune di Civate, invece, per un altro appuntamento fisso del festival: “I viaggi
dell’anima”, in programma per sabato 25 e domenica 26 settembre. Una due giorni, questa,
che mette al centro i viaggi lenti, scanditi dal ritmo dei propri passi, e che permetterà di conoscere
meglio alcuni cammini e itinerari slow. Un fine settimana che proporrà un totale di sette incontri
con instancabili camminatori e appassionati di percorsi a piedi. Tra gli appuntamenti proposti, il
reading di poesie “Errante” a cura del camminatore dell’Appennino Emiliano Cribari (sabato 25
settembre alle 18, nel Chiostro della Casa del Cieco) e “L’Italia che resta è bella dentro” (domenica
alle 16, nella Sala Conferenze di Villa Canali), dialogo tra i giornalisti Gianni Augello e Luca
Martinelli. Un viaggio a due voci, quest’ultimo, nelle aree montane e interne del nostro Paese, alla
scoperta di chi vive in questi territori e ha il coraggio di restare e progettare un futuro in luoghi
considerati marginali.

Si raggiunge Mandello del Lario venerdì 1 ottobre, quando alle 20.45 il Teatro Fabrizio De André
ospita la proiezione di “Paolo Cognetti. Sogni di Grande Nord” di Dario Acocella (presente
all’evento), documentario che racconta il viaggio dello scrittore Cognetti a bordo di un camper e
alla volta dell’Alaska. Infine, novità di questa edizione e chiusura del festival, il seminario
internazionale “African Flow”. A cura dell’associazione Centro orientamento educativo e in
programma il 2 e il 3 di ottobre a Barzio, questo focus rientra nel progetto “Confini, frontiere,
identità. (Inter)cultura di qualità in provincia di Lecco” e ha l’obiettivo di raccontare il continente
africano attraverso il suo cinema (informazioni e iscrizioni Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.coeweb.org).

 Per conoscere il programma con tutti gli appuntamenti di questa edizione
del festival visitare il sito www.immagimondo.it o scaricare il pieghevole a questo link:
http://www.immagimondo.it/wp-content/uploads/2021/08/pieghevole_2021_web.pdf
Per informazioni: Les Cultures OdV| 0341284828 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
Da due edizioni “Immagimondo” rientra nel programma di “Confini, frontiere, identità.
(Inter)cultura di qualità in provincia di Lecco”, un progetto sostenuto da Fondazione Cariplo e che
vede Les Cultures come capofila e Associazione Centro Orientamento Educativo - COE come
partner.

Il festival vede come partner istituzionale il Comune di Lecco ed è realizzato con il contributo di
Fondazione Cariplo, dei comuni di Civate, Valmadrera, Mandello del Lario e Malgrate, della
Provincia di Lecco e di Confcommercio Lecco e il patrocinio di Regione Lombardia, Camera di
Commercio Como-Lecco e Touring Club Italiano. Sponsor: Assiteca, Acel Energie.

Il festival si svolgerà nel rispetto delle norme in vigore per la prevenzione e il contenimento del
coronavirus. Potrebbe essere obbligatoria la raccolta dei dati personali dei partecipanti e il green
pass. Gli aggiornamenti in tema di misure di sicurezza verranno riportati nella sezione news del sito
www.immagimondo.it e su tutti i canali di comunicazione del festival. Sarà necessario rispettare la
segnaletica e seguire le indicazioni dei volontari addetti alla gestione delle aree eventi.

IN ALLEGATO LA LOCANDINA DI IMMAGIMONDO

Leggi tutto...
Mercoledì, 08 Settembre 2021 05:54

Il Comune di Lecco esprime cordoglio per morte di Nino Castelnuovo

Il Comune di Lecco esprime il suo profondo cordoglio per la scomparsa di Nino Castelnuovo, grande attore di cinema e televisione e concittadino lecchese. Nino Castelnuovo non solo nacque e visse a Lecco parte della sua vita ma ebbe il grande merito di far conoscere in tutto il mondo il nome della città grazie alla sua magistrale interpretazione di Renzo Tramaglino nello sceneggiato “I Promessi Sposi” del 1967. La città di Lecco lo celebrò con la Civica Benemerenza di San Nicolò nel 1998.

“Ci uniamo alla famiglia di Nino Castelnuovo esprimendo il dolore della comunità lecchese in questo triste giorno – è il commento del sindaco di Lecco Mauro Gattinoni e della vicesindaco e assessore alla Cultura del Comune di Lecco Simona Piazza –. Ricordiamo oggi Nino Castelnuovo quale testimone della città nel mondo e quale grande protagonista di una delle più importanti pellicole dei Promessi Sposi di sempre.”

Leggi tutto...
We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.