VALBIANDINO.NET

Valbiandino.net : notizie dalla Valsassina e non solo...

Lunedì, 14 Novembre 2022 16:54

NUOVO CONSIGLIO PER L'APAF (CHE CONTROLLA L'ALBERGHIERO DI CASARGO)

Oggi la Presidente della Provincia di Lecco Alessandra Hofmann ha firmato il decreto di nomina dei componenti del nuovo Consiglio di amministrazione dell’Agenzia provinciale per le attività formative – Apaf.

Sono stati nominati Francesco Maria Silverij in qualità di presidente, Angela Fortino e Augusto Giuseppe Amanti (indicato dalla minoranza consiliare) in qualità di componenti.

“Affidiamo l’Apaf a un Consiglio di amministrazione di grande esperienza, preparazione e affidabilità – commentano la Presidente Hofmann e il Vicepresidente vicario e Consigliere delegato ai Rapporti con Apaf Mattia Micheli – Confidiamo che il nuovo Cda possa lavorare con la dovuta serenità e la condivisione di tutte le parti politiche. La Provincia, come sempre dichiarato e dimostrato, farà la sua parte. I ragazzi, la loro formazione e le loro famiglie sono e rimarranno al centro dell’azione coordinata tra Cda e Provincia. Un ringraziamento ai componenti del nuovo Cda, che metteranno a fattor comune la loro esperienza e sensibilità per la formazione dei ragazzi. Un grazie particolare al presidente Silverij, che, avendo a cuore le sorti del Cfpa di Casargo, ha deciso di rimettere a disposizione la sua grande esperienza professionale e amministrativa. Siamo convinti che con questo Cda, con il supporto dell’intero Consiglio provinciale, il Cfpa di Casargo continuerà a mantenere i livelli di eccellenza formativa che ha registrato fino a oggi”.

“Ringrazio la Presidente della Provincia Hofmann e il Consigliere provinciale delegato alla partita Micheli per avermi dato la possibilità di riprendere a interessarmi di Apaf, ritenendo la mia persona adatta a ridare, in particolare al Cfpa di Casargo, quella serenità che alunni, famiglie e dipendenti meritano – sottolinea il neo presidente di Apaf Francesco Maria Silverij – Sono altresì grato a quanti nel Consiglio provinciale, a cominciare dall’avvocato Simonetti, hanno ritenuto la mia figura adatta a continuare il percorso di crescita della scuola che, nella bontà delle note capacità di formazione, tanti riconoscimenti ha fin qui raccolto. Il mio impegno sarà soprattutto rivolto a rinnovare il prestigio di cui il Cfpa ha sempre goduto”.

Leggi tutto...
Lunedì, 14 Novembre 2022 14:30

GRATTAROLA "L'IGNOTO"

Apparizione a sorpresa (nemmeno il suo fan club, stando a quel che scrivono, ne sapeva nulla) per Matteo Grattarola in Rai alla trasmissione "I soliti ignoti" condotta da Amadeus.

I concorrenti dovevano indovinare che mestiere facesse e fra le otto possibilità c'era quella del "campione di motociclismo".

Per la verità non ci hanno messo molto a indovinarlo e Matteo con il suo sorriso ha anche conquistato un po' tutti.

Unico appunto che ci permettiamo di fare (simpaticamente) al campionissimo del trial: ci saremmo aspettati un "vengo da Margno, in Valsassina" anzichè un "vengo da Lecco".

Per il resto, come al solito bravissimo.

 

 

Leggi tutto...
Lunedì, 14 Novembre 2022 14:08

I VERI NUMERI DEL CFPA CASARGO

MARCO GALBIATI RIASSUME COSì
GLI ULTIMI QUATTRO ANNI DELLA SCUOLA

A parlare sono i numeri: è attraverso dati oggettivi che Marco Galbiati, ex Presidente del CFPA Casargo che ha dato le dimissioni poche settimane fa, vuole evidenziare quanto di buono è stato fatto a scuola e quanto la pandemia da Covid-19 abbia inciso particolarmente sul numero totale degli studenti.

“Spesso si è usato il tema del calo delle iscrizioni per attaccare la reputazione del CFPA, per questo deve essere evidente a tutti che, con le nuove normative Covid adottate dalla scuola, abbiamo dovuto ridurre i posti disponibili di 60 unità. Questo è un dato di cui non si può non tenere conto dal momento che il CFPA Casargo è una scuola convittuale e che del convitto fa il suo punto di forza” commenta Galbiati rispondendo a quelle critiche riguardanti il calo degli iscritti e prosegue focalizzandosi invece sui numeri positivi del CFPA. “Grazie al corso IFTS Chef Galbia si sono diplomati 33 alunni in 2 anni. Parallelamente, abbiamo formato a partire da maggio 2021 42 studenti grazie all’esperienza di Didaktico, il ristorante didattico del CFPA con sede a Lecco. Inoltre, gli iscritti al corso di Pasticceria sono aumentati da 10 (a.s. 2019/2020) a 18 studenti (a.s. 2022/2023)”.

Alzare il livello formativo del CFPA con i progetti didattici è sempre stato l’obiettivo della squadra di lavoro guidata da Marco Galbiati. “Sono state davvero numerose le iniziative e le progettualità che hanno visto protagonisti i nostri studenti. Ricordiamo Chef In Tour, le due edizioni della Gara Internazionale, la collaborazione con Lariofiere, il progetto di pasticceria con Arte Sapori, la partecipazione al contest internazionale di ARC Academy in Francia, l’iniziativa della “bolla didattica” a dicembre 2021 ripresa dalle maggiori testate televisive nazionali come la RAI e SKYTG24. Tutte queste progettualità hanno messo in evidenza la competenza e la preparazione dei nostri studenti chiamati a interfacciarsi con altre realtà, a livello nazionale ed internazionale, e ad affrontare le richieste del mondo del lavoro odierno” spiega Galbiati.

Da sempre dipinto come “uomo del fare”, Galbiati ha sempre sostenuto l’importanza del fare esperienza sul campo. “In questi 4 anni sono stati oltre 60 le iniziative che hanno visto al lavoro gli studenti del CFPA in catering presso prestigiose location, i realizzati ad hoc per diverse associazioni territoriali e non, matrimoni ed eventi oltre che i numerosi campus estivi ospitati al CFPA”

La pandemia ha anche temporaneamente sospeso gli scambi formativi che però, dopo il via libera, sono subito ripresi a pieno regime. A tal proposito Galbiati dichiara: ”La rete di contatti costruita negli anni si è dimostrata molto solida. Sono state 10 le esperienze internazionali svolte in due anni formativi (Covid 2020 e 2021) tra cui ricordo Lettonia, Danimarca, Polonia, Francia e i due contest internazionali svolti al CFPA nel 2019 e 2022”.

Il sostegno al CFPA non è mai mancato soprattuto dalle aziende e dalle realtà del territorio. “ Siamo passati da 22 unità nell’a.s. 2017/2018 a 60 sostenitori nell’a.s. 2021/2022. Questo è un segnale tangibile della crescente reputazione della scuola che nel corso di questi 4 anni ha investito con iniziative di pregio nazionale ed internazionale. Avere il sostegno di prestigiosi partner del settore è per la scuola motivo di grande soddisfazione” aggiunge Marco Galbiati.

Leggi tutto...
Lunedì, 14 Novembre 2022 13:58

UNA PIANTA DA GUERRA

Le bacche rosse e lucide dell'Ilex aquifolium, come lo ha chiamato il solito Linneo nel Settecento, si presentano spesso nei boschi e nei giardini della Valsassina. SI tratta del comune agrifoglio di cui esistono specie con foglie spinose o del tutto prive di aculei. Il termine generico Ilex, deriva dal latino Quercus ilex (leccio) mentre l'appellativo specifico “aquifolium” trae origine da due parole latine: “acus”, acuto, spinoso e “folium”, foglia spinosa, appunto. Ma si tratta di etimo incerto poiché alcuni derivano “ilex” dal greco ὑλήεις (hyléeis) nel significato di boscoso, silvano. L'agrifoglio è pianta nota fin da tempi remoti e viene citata da numerosi autori antichi ma la sua presenza più significativa sembra nascere da un poema celtico - gallese del XII secolo, “Hales Taliesin” (Libro di Taliesin), che affonda le proprie radici nella tradizione esoterica dei culti druidici. Taliesin, infatti, era un bardo originario del Galles, attivo nel VI secolo, nel cui poema denso di oscuri simbolismi, si descrive la “Cad goddeu”, più nota come “La battaglia degli alberi”. Robert Graves, illustre poeta, saggista, scrittore e mitografo inglese, ne parla diffusamente nel suo saggio “La Dea bianca” nel quale inoltre riporta per esteso il testo (da lui “riassemblato”) di Taliesin in cui si nomina anche la pianta che ci interessa: “L'agrifoglio verde scuro / fu molto coraggioso: / difeso da ogni lato dalle punte / che feriscono le mani”. (R. Graves, La Dea bianca; pag.39; vv.104 – 109. Adelphi, Milano 1992).

Ma anche “Io sono una lancia che dà battaglia”. (ivi, Pag 242). In conclusione di questo rapido excursus, segnalo la presenza dell'Agrifoglio fra le sette piante sacre citate nel Crith Gablach, “…antica raccolta di leggi irlandesi del VII secolo…”, come riferisce Graves (ivi, pag. 294). Per altre informazioni in materia seguire questo LINK. L'Agrifoglio, pianta sacra alla cristianità nonostante le origini pagane (le foglie acuminate rappresenterebbero la corona di spine collocata sul capo di Cristo), presenta anche utilizzi fitoterapici oggi molto rari, soprattutto a causa dell’elevata tossicità delle bacche, che riferiamo per completezza. L’aquifolium viene impiegato come diuretico sotto forma di decotto delle radici mentre l’infuso di foglie essiccate è utilizzato in funzione febbrifuga. Ma fate attenzione: ingerire una ventina di bacche può condure a morte un adulto sano a causa dell’elevato contenuto di ilicina. Un’ultima curiosità: prima che diventasse studente ad Hoghwarts, Harry Potter possedeva una bacchetta magica creata con legno di agrifoglio.

Leggi tutto...
Lunedì, 14 Novembre 2022 09:45

IL MERCATINO DI NATALE DI PREMANA CERCA ESPOSITORI

Se sei un hobbista o un artigiano alimentare e sei interessato ad esporre ai nostri mercatini in programma SABATO 3 DICEMBRE, contattaci!
Per iscriverti o per avere informazioni:
 Mandaci una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 Scrivici su Messenger
Chiamaci al 3458386255
Ti stiamo aspettando!
Leggi tutto...
Lunedì, 14 Novembre 2022 09:33

NASCE "IL NATALE DEI LAGHI": LECCO, VARESE, CERNOBBIO E LUGANO UNITI DA SPETTACOLI E INIZIATIVE

Quattro città sul lago unite dalla magia del Natale: LeccoLugano, Varese e Cernobbio si uniscono per promuovere in maniera sinergica le iniziative natalizie dei singoli territori e offrire a cittadini e visitatori una proposta più ampia e variegata.

La manifestazione "Natale sui laghi", presentata mercoledì 9 novembre alla stampa dai sindaci di Lecco, Varese, Lugano e Cernobbio, nasce con l'obiettivo di creare un filo rosso tra gli spettacoli natalizi e i grandi eventi in programma tra dicembre e gennaio nelle quattro città per coinvolgere un pubblico più ampio in un’ottica di valorizzazione dei territori.

A partire da quest’anno, per poi essere sviluppate nei prossimi anni verranno avviate delle azioni mirate, come contest fotografici sui canali social delle rispettive città, la creazione di un sito web con le iniziative e gli eventi natalizi delle quattro città, la realizzazione di materiali promozionali condivisi e la creazione di postazioni informative all'ingresso delle principali attrazioni. Un insieme di attività che inoltre fa da preludio a una promozione del turismo culturale, legato all'intrattenimento e al turismo di prossimità da declinare anche nei prossimi anni, con l'obiettivo di valorizzare tutta l'area. Una sinergia dunque che parte quest’anno ma proseguirà nei prossimi anni con l’idea di allargare il progetto anche ad altre città vicine.

In un inedito percorso a tappe, cittadini e visitatori potranno vivere le suggestioni delle atmosfere natalizie sul lago, riscoprendo le tipicità delle quattro città tra imperdibili proposte culturali e d’intrattenimento.

Lecco il Natale si animerà con tanti eventi tra luci sulla città, il villaggio per le famiglie, la pista di pattinaggio ed eventi musicali in un mix di colori ed esperienze che si svolgeranno tra le piazze del centro, sul lungolago e nello spazio eventi della Piccola. Il programma dettagliato delle iniziative natalizie lecchesi verrà presentato dall’Amministrazione Comunale il 24 novembre.
 
Varese il parco di Palazzo Estense sarà il palcoscenico del Giardino dell'Incanto, un grande spettacolo di luci realizzato dallo Studio Festi, la compagnia artistica internazionale che porterà architetture di luce e scenografie spettacolari nel parco, mentre sulla facciata del palazzo storico sarà proiettato un video racconto realizzato con le storie scritte dai bambini delle scuole primarie della città. Nella piazza Montegrappa ci sarà inoltre il tradizionale mercatino con i prodotti d'artigianato locale e nazionale.

Dal primo dicembre Lugano allestirà il tradizionale albero in Piazza della Riforma, con tanti i momenti da vivere in compagnia dei mercatini natalizi che animeranno le strade del centro città, la gastronomia, la musica dal vivo, le proposte di animazione, i festosi addobbi natalizi e l’attesa Festa di Capodanno in piazza. Anche il Parco Ciani si accenderà di magia, ospitando il Bosco Incantato con tanti angoli di luce da scoprire. Una magia da vivere anche grazie alle divertenti iniziative digitali con cui si potranno vincere fantastici premi.

E, infine, Cernobbio ospiterà la 29ª edizione della Città dei Balocchi, evento emblematico e irrinunciabile per il Lago di Como, organizzato dal Consorzio Como Turistica grazie al sostegno di Amici di Como. Per la prima volta il parco di Villa Erba si vestirà completamente a tema, così come il parco di Villa Bernasconi. Tante le attività che si svolgeranno dal 7 dicembre all’8 gennaio per un mese di festa che coinvolgerà anche le frazioni del borgo del primo bacino del Lario.

Leggi tutto...