VALBIANDINO.NET

Valbiandino.net : notizie dalla Valsassina e non solo...

L'ALTRA STELLA ALPINA

Martedì, 14 Settembre 2021 06:35 Scritto da  Elio Spada

Sembra un puntaspilli. O, meglio, una stella con striature fucsia intenso. Questa splendida infiorescenza appartiene a un’Astrantia major. L’esemplare nella foto è stato immortalato qualche settimana fa lungo la strada che conduce a Biandino, dopo il guado di Valbona. Si tratta di un’essenza vegetale, abbastanza diffusa dalle nostre parti fino ai 1500/1800 metri di quota (sugli Appennini meridionali cresce fino a 2300 metri). Un tempo i botanici la classificavano fra le ombrellifere, che oggi preferiscono definire “apiacee”, la stessa famiglia della carota e del cumino. L’origine del nome è latina e deriva dal termine aster, stella o astro a causa della disposizione assunta dalle brattee, le foglie che contengono il fiore vero e proprio.

Nell’antichità le radici essiccate di questa pianta erano usate come astringente; mentre gli infusi e i decotti come purganti e diuretici. Ma non sognatevi di preparare beveroni di Astrantia: potreste finire diritti in ospedale visto che radici, gambo e foglie contengono tannini in elevata quantità, sostanze che possiedono proprietà irritanti per l’apparato gastrico ed epatotossiche. Inoltre può essere facilmente confusa con la molto meno pericolosa angelica silvestris di cui parleremo forse in futuro.
P.s.: l’insetto che vedete posato sull’astantia non è una vespa ma una mosca: la Syritta pipiens, insetto impollinatore di molte specie vegetali oltre che efficiente bioindicatore per l’integrità ecologica dell’ambiente circostante.

Ultima modifica il Martedì, 14 Settembre 2021 06:39
Letto 99 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Etichettato sotto
Altro in questa categoria: « IL FIORE MORTALE DI HARRY POTTER

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.