VALBIANDINO.NET

Valbiandino.net : notizie dalla Valsassina e non solo...

L'INSALATA DI PRIAPO

Lunedì, 29 Novembre 2021 06:58 Scritto da  Elio Spada

Le proprietà benefiche della piante che produce il piccolo fiore giallo riprodotto nella foto, sono note da millenni. Anche i romani e i greci ne facevano uso. Il nome scientifico è eruca vesicaria sativa e deriva da “Eruco” un particolare bruco che si ciba delle sue foglie. Insomma, stiamo parlando della comune rucola, ortaggio dalle caratteristiche foglie “dentellate” spesso presente sulle nostre tavole. Parente prossimo dei cavoli, la rucola possiede insospettate proprietà. Oltre ad essere ricca di sali minerali contiene notevoli quantità di vitamina C, potente antiossidante, di vitamina A (protettiva per la vista), K (fondamentale per la salute di dentatura e apparato osseo) e B9 (essenziale per il sistema cardio vascolare).

Ma non finisce qui. La rucola favorisce l’appetito, la digestione e il sonno, possiede caratteristiche battericide e, come i suoi cugini broccoli, anticarcinogeniche. In parole povere, combatte l’insorgenza di alcuni tumori. Ma fate attenzione: a causa dei suoi effetti anti trombinici, mangiarne troppa può essere controindicato per chi assume anticoagulanti. I greci veneravano la rucola come pianta gradita a Priàpo, dio della potenza virile e, quindi, afrodisiaca. Proprio per questo la Controriforma ne ha messo all’indice l’utilizzo censurandone la citazione nei testi di agricoltura dell’epoca.

In anni recenti gli scienziati del CREA, il “principale Ente di ricerca italiano dedicato alle filiere agroalimentari” si stanno occupando attivamente dei semi della rucola considerati “sistema pulito, privo di glucosinolati ad azione antinutrizionale”. In altri termini si tratta di un “alimento funzionale” cioè in grado di indurre effetti benefici sull’alimentazione umana. Le coltivazioni di rucola in alcune zone pugliesi hanno addirittura ottenuto dall’Ue la definizione ufficiale di “Indicazione di origine tipica”.

Ultima modifica il Lunedì, 29 Novembre 2021 07:00
Letto 180 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.