VALBIANDINO.NET

Valbiandino.net : notizie dalla Valsassina e non solo...

NUOVA TECNOLOGIA NEI DEPURATORI DI MANDELLO, BARZIO E BALLABIO
Nei depuratori dei comuni di Mandello del Lario e Barzio è stata attivata una nuova tecnologia che permetterà l’avvio del…
Leggi tutto...
SOCCORSO ALPINO VALSASSINA: CONCLUSE LE GIORNATE DI INFORMAZIONE PER RAGAZZI
Si sono concluse ieri le giornate di informazione dedicate ai ragazzi del Camp Rifugio Ratti Cassin dei Piani di Bobbio.…
Leggi tutto...
VENERDI' 26 LUGLIO ALLA BCC VALSASSINA DI CREMENO LA PRESENTAZIONE DELLA 59^ SAGRA DELLE SAGRE
Fissata per venerdì 26 luglio la consueta presentazione alla stampa e ai media della Sagra delle Sagre giunta alla 59^…
Leggi tutto...
VILLA MONASTERO NEL SISTEMA MUSEALE NAZIONALE
Con decreto 488 del 10 giugno scorso del Ministero della Cultura la Casa museo di Villa Monastero a Varenna è stata nuovamente…
Leggi tutto...
GRANDE SUCCESSO A CASARGO PER
Grande successo sabato 13 luglio a Casargo per Le voci delle Alpi, giornata all’insegna della musica e dell’arte organizzata dal Comune…
Leggi tutto...
CALCIO LECCO AL VIA LA STAGIONE 2024/2025
È ufficialmente iniziata con il raduno alle 18 allo stadio Rigamonti-Ceppi la stagione 2024/25 della Calcio Lecco 1912.Il presidente Aniello…
Leggi tutto...
IERI A CREVESTO IL RICORDO DEI GIOVANI DI PRIMALUNA PREMATURAMENTE SCOMPARSI
Si è svolta ieri 14 luglio l'annuale festa alla Croce di Crevesto, sopra l'abitato di Primaluna, a ricordo dei giovani…
Leggi tutto...
CHIARA AIROLDI APPRODA ALL'ATALANTA UNDER 23 (E APRE UN NUOVO CENTRO DI CURE)
La notizia era nell'aria da qualche settimana ma l'ufficialità (con la firma) si è concretizzata solo nei giorni scorsi: la…
Leggi tutto...
RICORDATO A PRIMALUNA DON LUIGI MELESI “L’UOMO DELLA SPERANZA”
Don Luigi Melesi è stato un salesiano di grande importanza, originario di Cortenova. È noto soprattutto per i suoi 30 anni…
Leggi tutto...
VALSASSINA: PRESENTATA LA XXX EDIZIONE DEL GIIR DI MONT
Presentata alla Cascina Trote Blu di Cortabbio la XXX edizione del Giir di Mont, storica gara organizzata dall’A.S.Premana inserita nei caledari…
Leggi tutto...
TUBING A GIUMELLO. UNA RIFLESSIONE DI LUCA ROTA
L’Alpe Giumello è una micro-stazione sciistica dell’alta Valsassina, con due piccoli impianti di risalita dal futuro alquanto incerto ma dotata…
Leggi tutto...
SABATO 13 LUGLIO A PASTURO INCONTRO CON ANDREA VITALI E LA REGISTA PAOLA NESSI
L'associazione Il Grinzone propone a Pasturo il prossimo 13 luglio il film documentario della lecchese Paola Nessi "ANDREA VITALI -…
Leggi tutto...
A CORTENOVA E PRIMALUNA DUE INCONTRI SULLA FUSIONE DEI COMUNI
"Sbrigate" le pratiche amministrative e dato il via ad un processo che vedrà coinvolta anche Regione Lombardia, è giunta l'ora…
Leggi tutto...
DA DUE NONNI UNA LETTERA DI RINGRAZIAMENTO ALL'ASILO VENINI DI INTROBIO
Gentile Direttore di Valbiandino.net, Siamo i nonni di Elia e Raffaele, due bimbi residenti a Milano, ma che stanno trascorrendo…
Leggi tutto...
Pubblicato in Attualita`

LA RESPONSABILITA' SUI SENTIERI DI MONTAGNA: UNA NOTA DEL SOCCORSO ALPINO

Martedì, 09 Luglio 2024 18:31 Scritto da  Soccorso Alpino

Il principio di autoresponsabilità per la sicurezza degli escursionisti in montagna è uno dei punti del progetto di legge ordinamentale 2024 (PDL 68) approvato oggi dal Consiglio Regionale lombardo, che ha aggiornato il comma 6, articolo 4 della legge regionale 27 febbraio 2017, n. 5 (Rete escursionistica della Lombardia e interventi per la valorizzazione delle strade e dei sentieri di montagna di interesse storico), in favore di una fruizione consapevole e informata dei percorsi compresi nella Rete escursionistica delle zone montane, al fine di garantire la sicurezza e l’incolumità di chi frequenta la montagna.

Il Cnsas Lombardo - Corpo nazionale Soccorso alpino e speleologico - ha lavorato a lungo, assieme a Regione Lombardia, per trovare soluzioni alla questione, annosa, della responsabilità sui sentieri. Uno dei principali compiti istituzionali del Cnsas è proprio quello di informare e mantenere alta l’attenzione sull’importanza della prevenzione e sul senso di responsabilità personale; un principio descritto anche nel  DDL “Disposizioni per il riconoscimento e la promozione delle zone montane”, nell’art. X, comma 1, in cui si fa riferimento alla fruizione consapevole e informata dei percorsi, al fine di garantire la sicurezza e l’incolumità degli escursionisti.

L'assunzione del rischio è un tema davvero importante, che negli ultimi anni si è un po' perso di vista”, ribadisce Luca Vitali, presidente del Cnsas Lombardo. “Oggi sembra che tutto sia dovuto e, in qualche misura, tutto ciò che accade sia sempre da imputare a qualcun altro”. 

Chi programma un’attività o un itinerario ha il dovere di essere consapevole - per sé e anche per le persone che fanno parte del gruppo, soprattutto se si tratta di minorenni - di una serie di elementi, tra cui le caratteristiche morfologiche del territorio, le variabili ambientali e climatiche, le proprie competenze tecniche, la preparazione fisica e mentale, attrezzatura e abbigliamento appropriati, le difficoltà e la portata dei possibili rischi.

L’auspicio è che si proceda nella stessa direzione, verso la promozione di una frequentazione informata e consapevole della montagna e dei sentieri, nel rispetto del patrimonio naturale montano, della biodiversità e dell’unicità degli ecosistemi, della tutela della cultura, del turismo e del paesaggio, per la sicurezza dei cittadini.

Letto 151 volte