VALBIANDINO.NET

Valbiandino.net : notizie dalla Valsassina e non solo...

Administrator

Administrator

Mercoledì, 13 Gennaio 2021 08:38

SOLIDARIETA' ALLA CROAZIA: DOMANI SI CARICA!

Terminata la raccolta, adesso è il tempo della spedizione. Domani pomeriggio verrà caricato il camion che nella notte partirà per Petrinja.

Il grande sforzo di solidarietà dei Valsassinesi (e non solo, visto che provvidenziali aiuti sono arrivati anche da Lecco e dalla Brianza) per andare incontro alle esigenze delle popolazioni colpite dal terremoto dello scorso 29 dicembre in Croazia, avrà il suo momento conclusivo domani nel pomeriggio quando all'oratorio di Introbio verrà caricato il trasporto che nella nottata partirà alla volta dei Balcani.

L'iniziativa della famiglia Mitrovic e della Parrocchia (che ha subito trovato una importante sponda nell'Amministrazione Comunale introbiese) non si concluderà però domani, visto che è ancora aperta la possibilità - sino al 31 gennaio - di effettuare versamenti sul conto corrente sul conto della parrocchia mettendo nella causale “Terremoto Croazia” (IBAN: IT66A0851551360000000200223 – Banca della Valsassina).

Ancora una volta il nostro territorio ha risposto con grande generosità, così come aveva fatto negli anni scorsi per altri eventi drammatici sia in Italia sia all'estero, dando dimostrazione di essere terra fertile di solidarietà e accoglienza.

Il fatto che nonostante la pandemia - e le festività in corso - in così tanti abbiano avuto il cuore di pensare a chi sta peggio rappresenta indubbiamente un meraviglioso segnale di speranza per tutti noi, un segnale che nel fine settimana verrà lanciato anche a Petrinja.

A questo link un interessante articolo di aggiornamento della situazione: Terremoto in Croazia: la "cura dell'ascolto" per i terremotati di Petrinja e Sisak | AgenSIR

 

 

Letto 355 volte
Vota questo articolo
Etichettato sotto:

Qualità aria, ammonta a 100 milioni di euro il ‘pacchetto’ di incentivi che Regione Lombardia ha stanziato – per il biennio 2021/2022 per la sostituzione di veicoli e caldaie e per l’installazione di nuove colonnine ricarica. 36 milioni di incentivi per la sostituzione dei veicoli più inquinanti.

“Entro il mese di febbraio – ha spiegato l’assessore all’Ambiente e Clima Raffaele Cattaneo – apriremo un nuovo bando con incentivi per la sostituzione dei veicoli privati. Per il biennio 2021/22 mettiamo a disposizione 36 milioni di euro (risorse statali derivanti dagli accordi per la qualità dell’aria e risorse regionali). Una cifra doppia rispetto all’anno scorso. Un’auto elettrica, a esempio, potrà beneficiare di uno sconto regionale fino a 8.000 euro che, sommato a quello nazionale (8.000 anche in questo caso) e ai 2.000 di sconto obbligatorio, porta a un costo competitivo molto competitivo”.

Per gli altri veicoli gli incentivi variano da 2.000 a 5.000 euro in base alla categoria emissiva.

Altri 12 milioni per imprese ed enti pubblici.

Sette milioni di euro sono destinati alla sostituzione dei veicoli commerciali e altri 5 milioni (risorse regionali derivanti dalla legge 9/2020) aiuteranno gli Enti pubblici a sostituire i veicoli inquinanti.

“Sono fondi – ha proseguito l’assessore – stanziati prevalentemente dal ministero dell’Ambiente derivanti dagli accordi per la qualità dell’aria, a cui si aggiungeranno risorse regionali, con cui stiamo completando gli accordi”.

Col bando autovetture, sarà possibile accedere al contributo (da un minimo di 4.000 euro ad un massino di 8.000) a fronte dell’acquisto di un’autovettura elettrica o a bassissime emissioni o, novità, di un motoveicolo solo elettrico (veicolo di categoria L). Oppure in caso di radiazione, per demolizione (fino a euro 2/II a benzina incluso o fino ad euro5/V diesel incluso) o per esportazione all’estero (solo euro5/V diesel).

L’incentivo si applicherà a fronte dello sconto del venditore di almeno il 12% sul modello base o di almeno 2.000 euro (per auto elettriche) e di almeno il 7% nel caso di motoveicoli elettrici. Sarà possibile anche acquistare senza radiazione, ma con un contributo ridotto. Inoltre gli incentivi saranno cumulabili con gli incentivi statali.

“In questo momento di particolare difficoltà – ha continuato Cattaneo – vogliamo aiutare il più possibile i cittadini lombardi. Per questo stiamo stipulando anche accordi con i concessionari. Al fine di permettere l’applicazione diretta degli incentivi all’atto dell’acquisto. Il venditore riceverà poi il rimborso regionale”.

A queste misure si aggiungeranno altri 52 milioni di euro, provenienti dalla legge 9 sempre per il biennio 2021/2022. Serviranno a finanziare i bandi per le colonnine di ricarica (5 milioni) per gli Enti pubblici e per la sostituzione delle caldaie degli immobili pubblici (8 milioni)

Altri 10 milioni sono destinati agli impianti e reti locali a biomassa per la produzione e distribuzione di energia; 9 milioni alla de-impermeabilizzazione, con alberatura e rinverdimento delle aree pubbliche per il contrasto al cambiamento climatico e 20 milioni di euro sono destinati agli accordi negoziali per l’adeguamento tecnologico di impianti per la climatizzazione o per l’incremento dell’efficienza energetica per impianti e strutture pubbliche.

Letto 351 volte
Vota questo articolo
We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.