VALBIANDINO.NET

Valbiandino.net : notizie dalla Valsassina e non solo...

Pubblicato in Cultura

UNA BELLA E PROFONDA RIFLESSIONE SUL GEMELLAGGIO TRA LA VALSASSINA E LA ROCHE VINEUSE

Sabato, 18 Maggio 2024 09:12 Scritto da  Sara Tantardini
Se dovessi riassumere con una frase il significato del gemellaggio, credo che sceglierei: costruzione di ricordi.
Domenica i nostri gemelli francesi hanno lasciato la Valsassina dopo avere trascorso in nostra compagnia quattro giorni intensi, sereni, indimenticabili. Descrivere il senso di ogni incontro, risulta arduo perché ciò che lo caratterizza è sempre dominato da un susseguirsi di emozioni e delimitare la forza dei sentimenti e tradurla in parole diviene difficile , soprattutto quando le sensazioni sono forti, vivide, tangibili.
Bisogna vivere questa esperienza per poter comprendere quanto sia grande il bagaglio di impressioni che regala.
L’attesa del loro arrivo scaturisce già di per sé un enorme trepidazione. Mentre le bandiere delle due terre volano nell’aria i cuori traboccano di sorpresa, di speranza, di pulsazioni che in preda al desiderio di ritrovarsi, battono all’impazzata. E mentre l’animo aspetta, gli occhi si bagnano di lacrime di gioia. Quando finalmente l’abbraccio si materializza lo spirito ne esce appagato, vincitore indiscusso e nuovamente ricco dopo un lungo tempo di assenza.
Sembrerà forse tutto troppo amplificato, ma l’emozione che rinasce dopo avere ritrovato i propri ospiti stranieri è veramente sorprendente. Ci si ritrova eppure si ha l’impressione di non essersi mai lasciati per davvero. L’amicizia è un sentimento potente e bisogna sapere cogliere ogni piccola sensazione che regala. La famiglia si allarga ed è tutto più semplice. Poco conta la scelta della tovaglia per vestire la tavola, indifferente l’uso di servizio delle feste , vettovaglie ricercate, piatti prelibati e intingoli gustosi. Sedersi allo stesso tavolo, anche se lo spazio è limitato, diviene una gioia. Le parole, scambiate con intensa partecipazione, a volte dette nella nostra lingua, a volte nella loro, a volte mimate a gesti , sono la vera essenza del pasto consumato in buona compagnia. Ci si racconta e si impara ad ascoltare. La vita rallenta ed il ritmo frenetico che ci costringere ad affrontare ogni giorno con la fretta va pian piano scemando.
Ci si guarda negli occhi e si comprende che anche il silenzio sa narrare preziosi aneddoti segreti. Riscoprire il senso dell’unione e della condivisione è un tesoro che ristora lo spirito. Quanto è bello sorridere? Al mattino , prima della colazione, ci si bacia con un sorriso sincero che per pur quanto piccolo sia avrà la forza di accompagnare l’intera giornata.
Si riscopre la purezza dei sentimenti, quelli belli, quelli che commuovono e che troppo spesso invece vengono trascurati. Nella quotidianità frenetica si perde il vero senso dell’esistenza, si scorda la purezza di una sana risata improvvisa, si dimentica di quanto sia affascinante lo sguardo della gente, si sottovaluta la fortuna di una tenace stretta di mano, non si dà il giusto valore alla tenerezza di un abbraccio. Nella vita di tutti i giorni la memoria è focalizzata su doveri e compiti che non lasciano il meritato spazio alle emozioni.
Trascorrere il tempo con i nostri gemelli riporta alla memoria la semplicità e il vigore della vita, una vita che magicamente viene impostata su un tempo più lento, una vita che inquadra le energie delle virtù, una vita che si maschera di gioia e serenità.
È un continuo scambio di informazioni, di curiosità, di notizie. È un susseguirsi di nozioni che allargano la nostra conoscenza. Si impara e si insegna, si dona e si riceve. Alla pari in egual modo. Nell’accompagnare il gruppo durante le visite programmate, si riscoprono territori ed usanze che ci appaiono come nuove perché viste attraverso i loro sguardi, perché ascoltate con la loro attenzione. Così le nostre montagne tornano ad apparirci maestose e imponenti, costellate di verdi mantelli, la nostra valle si mostra nella sua intera bellezza e i paesaggi tornano a parlarci di storie lontane.
Ecco cosa rappresenta il gemellaggio, una continua e gratificante scoperta, una imperdibile opportunità per spolverare quei sentimenti che troppo spesso lasciamo in sordina, nascosti dal cumulo di incombenze che ci costringono alla corsa dell’esistenza.
Porterò nel cuore questi giorni, li fermerò nella memoria con gelosia ed orgoglio. Lascerò che i ricordi facciano capolino senza alcun preavviso regalando all’anima il sapore intimo dell’affetto e della forza che questa grande amicizia ha creato.
 
Sara Tantardini
Letto 114 volte