VALBIANDINO.NET

Valbiandino.net : notizie dalla Valsassina e non solo...

Pubblicato in Editoriali

L'ULTIMA LEZIONE DEL BEPPE

Giovedì, 11 Gennaio 2024 12:08 Scritto da  Riccardo Benedetti

I silenzi sono sempre difficili da descrivere. Direi che è quasi impossibile. Anzi non si può proprio.

Provateci anche voi, se volete, e vedrete che è così.

I silenzi, però, rimangono nella memoria e la riempiono con dell'altro: sono i pensieri che nascono e molto spesso sgorgano dagli occhi.

Come lacrime.

E' successo ieri, a Cortenova, ad una umanità ferita che nel grigiore di gennaio ha riempito la Chiesa e la piazza per assistere all'ultima lezione del Beppe Piras.

E sapete cosa ho imparato?

Ho imparato, ancora una volta, che chi coltiva l'albero della bontà alla fine vince sempre.

E non importa se sei ricco o famoso, no, l'importante è regalare agli altri la propria passione, il proprio tempo, la propria vita, senza attendersi applausi, complimenti, prime pagine sui giornali,  e via discorrendo.

Se poi il regalo lo fai ai più piccoli, allora tutto assume altre dimensioni e diventa una missione benedetta in tempi come quelli che stiamo vivendo.

Succede poi che te ne vai troppo presto e lasci dietro di te uno strascico di dolore ma, proprio mentre percorri il tuo ultimo miglio, riesci ancora a donare qualcosa di immensamente più grande rispetto a tutto ciò che hai donato nella tua vita, e il dolore si attenua mentre cresce nuova forza.

Sei lì, vestito con la tua tuta più preziosa e hai come compagni una maglia, un paio di guanti e una sciarpa per mostrare a tutti che il sentiero dell'umiltà, alla fine, ti porterà in un luogo dove nessuno potrà mai dimenticarti.

Infine, fatevi una domanda: quanti Beppe abbiamo intorno? Una risposta io ce l'ho: nel piccolo mondo che conosco sono tanti, e spesso non capiamo come siamo fortunati.

Questo mi ha insegnato, nel silenzio che non so descrivere, l'ultima lezione del Beppe.

 

 

 

 

 

 

 

 

Ultima modifica il Giovedì, 11 Gennaio 2024 13:55
Letto 2068 volte
Vota questo articolo
(3 Voti)