VALBIANDINO.NET

Valbiandino.net : notizie dalla Valsassina e non solo...

Pubblicato in Sport

CALCIO LECCO NON BASTANO VOGLIA E TENACIA, VINCE LA CREMONESE

Domenica, 04 Febbraio 2024 08:55 Scritto da  Giuseppe Mazzoleni

Calcio Lecco – Cremonese: 0 - 1
Lecco (4-3-3): Lamanna; Guglielmotti, Celjak, Ierardi, Caporale; Frigerio (dal 13′ s.t. Novakovich), Galli (dal 1′ s.t. Sersanti), Ionita; Listkowski (dal 13′ s.t. Lunetta), Salcedo (dal 27′ s.t. Inglese), Crociata (dal 27′ s.t. Degli Innocenti). (Saracco, Bianconi, Salomaa, Capradossi, Parigini, Lepore, Lemmens). All. Bonazzoli-Malgrati.
Cremonese (3-5-2): Saro; Antov, Bianchetti, Lochoshvili; Sernicola, Abrego, Castagnetti, Falletti (dal 24′ s.t. Afena Gyan), Zanimacchia; Johnsen, Coda (dal 24′ s.t. Tsadjout). (Brahja, Livieri, Marrone, Ciofani, Della Rovere, Rocchetti, Quagliata). Allenatore: Stroppa.
Marcatori: Coda (C) al 8′ s.t. su rigore.

Arbitro: Luca Zufferli di Udine; ass. Mauro Vincenzi, Francesco Luciani; IV uomo: Stefano Nicolini. Var: Eugenio Abbattista, ass. Var: Alberto Santoro.
Note. Ammoniti: Lochosvili, Antov, Galli, Ionita, Zanimacchia, Ierardi. Spettatori 4.098; paganti 2.159. Angoli 5-6.
Il campionato di Serie B italiano è tra i più competitivi e serrati del panorama europeo, per cui ogni partita è una vera e propria sfida difficilissima. Come se non bastasse questa premessa i Blucelesti dovevano affrontare la Cremonese, squadra tignosa, con la miglior difesa della Serie, e proveniente da un filotto di vittorie.

Quindi al Lecco è toccato uno dei peggiori avversari che si potessero affrontare per cercare di riprendersi dalla pessima figura rimediata nell’ultimo turno di campionato contro la Feralpi. Ciononostante i ragazzi di Mister Bonazzoli/Malgrati hanno sfoderato una prestazione tutta grinta, voglia, determinazione e sacrificio.
Il Lecco ha avuto un paio di occasioni per segnare, una anche clamorosa con Salcedo che ha sbagliato la deviazione a rete da pochi passi, ma di fronte ad una Cremonese ben organizzata e quadrata è troppo poco. Ottime le prestazioni di due dei nuovi arrivati. Il primo Ierardi ha trovato subito l’intesa con Celjak, per cui la difesa ne ha giovato, anche se c’è ancora da migliore la fase di disimpegno, con alcune palle sparacchiate malamente in avanti e preda degli avversari.
Il secondo Inglese, acclamato dai tifosi, che ha giocato solo una ventina di minuti circa, ma gli sono bastati per mostrare di che pasta è fatto. Bravo ad occupare gli spazi, a tener pala ed a dettare i passaggi per i compagni. Anche lui si è trovato bene con l’altra punta bluceleste Novakovich, creando scompiglio nella difesa cremonese soprattutto nelle palle da fermo. Due corazzieri di questa stazza potranno impensierire, e non poco, le difese avversarie. Peccato che abbiano potuto giocare così pochi minuti. Buono l’impatto del nuovo portiere Lamanna protagonista di una bella parta in volo, meno Sersanti che dall’inizio del girone di ritorno ha perso lo smalto della prima parte di campionato.

Da migliorare, sicuramente, il contropiede, freccia che il Lecco non ha ancora tolto dalla sua faretra. Infatti nel ripartire i Blucelesti non hanno mai mostrato una compattezza di squadra per cui si potessero vedere due o tre giocatori partire veloci verso la difesa avversaria. In questa fase di gioco il Lecco ha visto solo un attaccante partire in solitaria, quasi mai accompagnato dai compagni.
Peccato per il risultato perché se non fosse stato per lo sfortunato episodio di Frigerio che, con un tocco di mano in area, ha causato il rigore per la Cremonese che, con questo episodio e poco più, si è portata a casa i tre punti, mentre il risultato più ecumenico sarebbe stato il pareggio. Ma si sa il calcio non perdona.

L’inizio di partita è lento per entrambe le squadre che sembrano studiarsi per capire come colpire al meglio l’avversario. Nel primo tempo l’occasione più importante ce l’ha la Cremonese con di Zanimacchia, che poco prima dell’intervallo costringe Lamanna al grande intervento, con il braccio di richiamo, in angolo dopo un bel destro a giro.

Il risultato cambia a inizio ripresa quando all’8° la Cremonese si porta in avanti. Cross in mezzo dalla sinistra che Frigerio ferma maldestramente con il braccio, l’arbitro non ha dubbi rigore netto. Coda va sul dischetto e batte Lamanna.

Al 65′ la grande occasione per il Lecco. Crociata crossa perfettamente la punizione per Lunetta che gira bene di testa indirizzandola sul secondo palo, Salcedo si tuffa ma sbaglia grossolanamente l’occasionissima mandandola fuori.

Gli ospiti difendono il vantaggio e sfiorano il raddoppio a ridosso del novantesimo con la rasoiata dalla distanza di Ghiglione, a un soffio dal palo.

Letto 60 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)