VALBIANDINO.NET

Valbiandino.net : notizie dalla Valsassina e non solo...

Servizio civile universale: iniziativa a Villa Monastero
La Provincia di Lecco sceglie emblematicamente il servizio civile universale e il giardino botanico di Villa Monastero per avviare un…
Leggi tutto...
ELEZIONI: FRATELLI D'ITALIA STRAVINCE NELLA NOSTRA COMUNITA' MONTANA
Cambia, e di molto (anzi moltissimo) la geografia politica complessiva dei comuni della nsotra Comunità Montana. Il "ciclone" Meloni", infatti,…
Leggi tutto...
ZOOTECNICHE IL GIORNO DOPO: ADESSO CHI PULISCE LA CICLABILE?
Concluse in gloria, le Zootecniche lasciano segni che faranno fatica ad essere cancellati, almeno per un bel po', visto che …
Leggi tutto...
ANCHE A LECCO
Sono poche in verità le aziende lecchesi che hanno raccolto l'invito della Confcommercio a mettere in vetrina le loro bollette…
Leggi tutto...
L'ANTICA OFFICINA DI RAME DI TACENO
Tra le varie proposte culturali di Sabato 24 Settembre, per le Giornate Europee del Patrimonio, abbiamo scelto di segnalare l'apertura…
Leggi tutto...
INVITO AL VOTO
Finalmente dopo una campagna elettorale dove si è visto e sentito tutto e di più, il fatidico 25 settembre è…
Leggi tutto...
IL LECCO SI RIPRENDE E STENDE IL MANTOVA 3 A 0
Lecco - Mantova 3 - 0Marcatori: Battistini al 27′ p.t.; Celjak  al 12′ s.t., Lepore al 41′ st.Lecco (3-5-2): Melgrati;…
Leggi tutto...
MEZZE VERITÀ O MEZZE BUGIE?
Ci sono bugie e bugie. Ci sono fake news e fake news. Trasformare una menzogna in una “mezza” verità è…
Leggi tutto...
LA
Buona affluenza ieri sera per l'inaugurazione dell'edizione 2022 delle Manifestazioni Zootecniche Valsassinesi. In programma la "Cena dell'Allevatore", molto partecipata, e…
Leggi tutto...
CORSI DI INFORMATICA A CREMENO COL CPIA
Trasmetto la proposta formativa per l'anno scolastico 2022-2023 del Cpia di Lecco "F. De Andrè" inerente i corsi di INFORMATICA…
Leggi tutto...
Pubblicato in Opinioni

FRANZA O SPAGNA, PURCHE' CARFAGNA

Sabato, 30 Luglio 2022 14:01 Scritto da  Enrico Baroncelli

Lo ha citato anche Tajani, il noto detto cinquecentesco che caratterizzava chi passava da una parte all'altra (da quella della Spagna o della Francia) per i propri interessi personali ("purchè se magna""!).
Ora, sicuramente è ingiusto riferito a due parlamentari che hanno collaborato col Governo Draghi e non hanno digerito la "coltellata alle spalle" che il Cavaliere ha infierito contro l'uomo che lui stesso vent'anni fa aveva mandato alla BCE e con cui fino a ieri vantava ottimi rapporti.
A parte questo, e a parte gli insulti "sessisti" che le due si sono prese da un parlamentare di Fratelli d'Italia e sui Social (mentre Brunetta è stato accontentato con i soliti riferimenti alla sua bassa statura) è un altro il problema su cui vorrei soffermarmi.
Sono rimasto infatti colpito dai commenti su Twitter, anche molto civili, che si sono scatenati contro Calenda e l'esibizione, anche a mio parere abbastanza inopportuna, che il simpatico "Pariolino" romano ha fatto dei due "nuovi acquisti".

"Sono un insegnante - hanno scritto in diversi - e mi ricordo bene i disastri che ha fatto la Gelmini , quand'era Ministro all'Istruzione nel Governo Berlusconi: se avevo qualche idea di votare per te, Calenda, mi è passata completamente".
Molti hanno sottolineato che un Partito che poteva essere una novità nel panorama politico italiano, con molti giovani e molto entusiasmo, non può presentare così tranquillamente dei "reduci" provenienti da parecchi anni di militanza in Partiti diversi.
"Azione" ha perso quindi il suo senso di novità e di freschezza ?
E' un caso classico in cui nuovi ingressi possono portare qualche voto, ma ne possono fare perdere molti di più ?
Forse ai "nuovi acquisti" bisognerebbe far fare un po' di gavetta, prima di inserirli nei piani alti del Partito a cui sono approdati, anche perchè non è affatto sicuro che i loro storici elettori li seguano supinamente.

E' anche questo il dilemma in cui si dibatte Letta: se fare una "grande ammucchiata" nel centrosinistra, in cui mettere tutti, da Fratoianni a Calenda, che hanno programmi esattamente opposti , e che si sa che comincerebbero a litigare il giorno dopo anche se per caso vincesse le elezioni ? Oppure andare avanti ognuno per conto suo, con la propria identità, e presentare un PD "a vocazione maggioritaria" ?
Stesso problema nel centrodestra: la "grande ammucchiata" (dopo 4 anni poi in cui ognuno sostanzialmente è andato per conto suo, Lega con Conte, poi con Forza Italia per Draghi, e solo FDI sempre all'opposizione) può far vincere le elezioni, ma non basterà per governare. Ricominceranno le liti, le discussioni, le espulsioni ("Che fai, mi cacci" ? come disse Fini). In tutti e due i casi, l'avversario momentaneamente perdente si siederà sulla riva del fiume ad aspettare che passi il cadavere del nemico (citazione da Mao Tze Tung, molto usata in questi ultimi anni).
Aspettiamo, aspettiamo, finchè non arriverà il prossimo tecnico, molto prima della scadenza quinquennale della legislatura, a "Salvare l'Italia", che sia Monti, Draghi o Cottarelli.
E' un po' di lustri, ormai , che in Italia le cose funzionano (?) così !

 

 

 

Ultima modifica il Sabato, 30 Luglio 2022 14:10
Letto 167 volte
Vota questo articolo
(1 Vota)