VALBIANDINO.NET

Valbiandino.net : notizie dalla Valsassina e non solo...

FUSIONI DI COMUNI: PARTITA LA CACCIA AL FALSO SINDACO DI PRIMALUNA
Sullo scottante e molto discusso (anche a sproposito) argomento della fusione dei comuni irrompe un fatto di cronaca definibile quantomeno…
Leggi tutto...
LE ECCELLENZE DEI POSTI BELLISSIMI
La mia Birra di Primaluna, Mattia Citterio e il suo  magico vino d'Indovero, Paolo Bettiga e lo spettacolare recupero di Borgo…
Leggi tutto...
INTRATTENIMENTI MUSICALI IN VALSASSINA
Intrattenimenti musicali; Sabato 20 a Cremeno , il 21 a Introbio e il 27 a Taceno
Leggi tutto...
VILLA MONASTERO NELLA RETE DELL'800 LOMBARDO
Villa Monastero è entrata a far parte della Rete dell’800 Lombardo, una rete di realtà culturali, nata nel 2004, e ricostituita…
Leggi tutto...
DAL BANDO VALLI PREALPINE 2,3 MILIONI PER IL NOSTRO TERRITORIO
Era attesa ed ora è finalmente arrivata la sottoscrizione dell'accordo di collaborazione per la "Valorizzazione turistica delle Valli prealpine della…
Leggi tutto...
LA LOTTERIA DELLA SAGRA ASSEGNATA ALL'ASSOCIAZIONE NAZIONALE ALPINI DI LECCO
E' stata assegnata all'Associazione Nazionale Alpini di Lecco la tradizionale sottoscrizione a premi della 59^ edizione della Sagra delle Sagre:…
Leggi tutto...
IL PANATHLON LECCO IN VISITA A VILLA BERETTA A COSTAMASNAGA
Una nutrita delegazione del Panathlon International Lecco, con in testa il presidente Andrea Mauri, è stata ricevuta a Villa Beretta…
Leggi tutto...
NEL MESE DI MAGGIO IL CSC CORTENOVA RICORDA BATTISTA BENEDETTI E TONINO MELESI
Anche quest'anno il CSC Cortenova vuole ricordare due personaggi che tanto hanno contribuito alla crescita dell'Associazione.  Nel mese si maggio,…
Leggi tutto...
AMELIA CORTI, EX CEO DELLA P.F.A. E' IL NUOVO DIRETTORE GENERALE DI SACBO
Amelia Corti, volto noto in Valle per essere stata CEO della P.F.A. di Cortenova dal marzo 2013 al febbraio 2017, è…
Leggi tutto...
INTROBIO: PROSEGUONO I LAVORI SULL'ACQUADURO
Proseguono a pieno ritmo i lavori in corso sull'Acquaduro che hanno come scopo quello di mettere in sicurezza l'abitato di…
Leggi tutto...
TRE SOCCORRITORI FERITI DURANTE UN'OPERAZIONE DI SOCCORSO. L'APPELLO DEL CNSAS AD UN MAGGIORE SENSO DI RESPONSABILITA' DA PARTE DI CHI VA IN MONTAGNA
Stanno meglio i tre soccorritori del Cnsas, due uomini e una donna, rimasti feriti stanotte mentre svolgevano un’operazione di soccorso…
Leggi tutto...
ALL'UNITRE VALSASSINA SI E' PARLATO DI SPORT SEMI PROFESSIONISTICO
Non molto pubblico ma decisamente interessante l'incontro dedicato allo Sport, lunedi pomeriggio presso la Comunità Montana, organizzato dalla Università della…
Leggi tutto...
LAVORAZIONE 2.0: SI PARTE!
Domani sera, martedì 16 aprile ci sarà il primo evento pubblico nel contesto della settimana dedicata al lavoro e a…
Leggi tutto...
A CORTENOVA E PRIMALUNA DUE INCONTRI SULLA FUSIONE DEI COMUNI
"Sbrigate" le pratiche amministrative e dato il via ad un processo che vedrà coinvolta anche Regione Lombardia, è giunta l'ora…
Leggi tutto...
DA DUE NONNI UNA LETTERA DI RINGRAZIAMENTO ALL'ASILO VENINI DI INTROBIO
Gentile Direttore di Valbiandino.net, Siamo i nonni di Elia e Raffaele, due bimbi residenti a Milano, ma che stanno trascorrendo…
Leggi tutto...
Pubblicato in Attualita`

IL BILANCIO DELLA SQUADRA FORRA REGIONALE DEL SOCCORSO ALPINO

Martedì, 05 Dicembre 2023 14:46 Scritto da  Soccorso Alpino
Tempi di bilancio di fine anno per la squadra forra regionale, una delle specialità del Cnsas Lombardo, che raggruppa tecnici provenienti dalle cinque Delegazioni (XIX Lariana, IX Speleologica, VII Valtellina - Valchiavenna, VI Orobica, V Bresciana). La squadra è gestita dai rispettivi referenti di zona che, in collaborazione con i capistazione e i delegati, garantiscono il celere allertamento e il soccorso in ogni zona della Lombardia e spesso cooperano con altri servizi regionali del Cnsas. Significativi i dati relativi al 2023, con 26 attivazioni, un aumento significativo rispetto agli anni precedenti (11 nel 2022). Due interventi hanno riguardato il supporto alle operazioni durante le alluvioni in Emilia Romagna, a maggio, e in Toscana a novembre; dieci le attivazioni per la ricerca di persone disperse o scomparse; altri nove per incidenti in percorsi di canyoning; i restanti interventi rientrano nel soccorso a persone cadute o pericolanti in torrente, per vari motivi (pesca, atti estremi, caduta da strade e sentieri soprastanti).
I tecnici forra regionali affiancano a questa specialità quella di base alpina e/o speleologica, altrettanto complesse. Un impegno importante che restituisce anche grandi soddisfazioni, come l'interazione continua con altre Stazioni, Delegazioni e con i Servizi regionali del Cnsas, oltre alla stretta collaborazione con altri enti, sia per il trasporto con elicotteri, sia per l'attività di soccorso e movimentazione in torrente. Le competenze acquisite dai tecnici di soccorso in forra, che comprendono le conoscenze di acquaticità e relativi comportamenti di sicurezza, oltre ai materiali utilizzati, sono pressoché esclusive in determinati ambiti ed è per questo che negli scenari alluvionali, sempre più frequenti, i tecnici delle squadre forra del Cnsas sono gli unici a essere chiamati in supporto ai Vigili del fuoco e alla Protezione civile, tema che sarà approfondito da corsi appositi nel 2024.
Oltre agli interventi di soccorso, l’addestramento e la formazione periodica richiedono ai nostri tecnici molto tempo, per mantenere un elevato standard di qualità e di sicurezza. Le giornate di formazione regionale nel 2023 sono state venticinque; accanto ai mantenimenti standard, previsti dal piano formativo nazionale, la Scuola forra lombarda ha tenuto una serie di eventi dedicati ad ambiti specifici, quali ad esempio l’ice canyoning invernale, la movimentazione in acque bianche, l’attrezzamento della forra, l’autosoccorso, le grandi verticali e la movimentazione notturna.
La squadra forra lombarda del Cnsas conta una sessantina di volontari (tecnici, sanitari e istruttori), provenienti da tutta la regione. Per il 2024 è già in corso l’ingresso di dieci nuovi tecnici, che sosterranno la formazione di base e garantiranno nuova energia alla squadra regionale. Nel frattempo, i referenti delle diverse Delegazioni lombarde sono già al lavoro con la Presidenza, per nuove idee e progetti e per stare al passo con le sfide, sempre più impegnative, richieste dal modello contemporaneo del soccorso organizzato.
Letto 2496 volte